Servizio Civile Nazionale 2016 - 2017

Scade il 30 giugno 2016 alle ore 14.00 il bando di Servizio Civile Nazionale per 644 volontari asseganti alle Acli e che prenderanno servizio nelle sedi dell'Associzione in tutta Italia e nei vari Paesi del mondo.

Quest'anno a Verona saranno asseganti 7 posti per 6 progetti così distibuiti:

1) "A fianco dei migranti" (Legnago, 1 posto) - Informazione, orientamento, assistenza immigrati

Il progetto “A fianco dei migranti” si propone di dare risposte concrete ad alcune importanti esigenze presenti fra molti cittadini immigrati, realizzando una serie di servizi di informazione, orientamento ed assistenza. I volontari in Servizio Civile affiancheranno gli operatori già attivi sui territori nella gestione di vari servizi: potenziamento del servizio di accoglienza e orientamento ai cittadini immigrati, aggiornamento e completamento di una mappa dei servizi sul territorio e organizzazione di percorsi formativi di lingua italiana ed educazione civica.

2) "Tutti a bordo" (2 posti) - Lotta alla dispersione scolastica

Il progetto si pone l’obiettivo di ridurre la dispersione scolastica, in particolare sostenendo il percorso educativo di ragazzi e ragazze dagli 11 ai 18 anni. Le attività previste saranno attivate nella regione Sicilia, individuata come il territorio con maggior percentuale di abbandono scolastico, e prevedono la progettazione, la realizzazione e l’attivazione di laboratori didattici e creativi (laboratori di lingua, di competenze di base, di riciclaggio, di informatica e di arte) nei quali si accompagneranno gli allievi a livello cognitivo, metacognitivo e motivazionale rendendo i percorsi di “recupero” personali ed adattabili in base alle scelte dei tutor, dei volontari impiegati e degli utenti intercettati.

3) "A ruota libera" (1 posto) - Disabilità e attività sportive integrate

Il progetto “A Ruota Libera” ha lo scopo di incentivare la diffusione dell'attività motoria per persone con disabilità su tutto il territorio nazionale, volendo sviluppare quanto necessario affinché sia maggiormente agevole l'accesso a quest'ultimi a attività sportive adattate o integrate.  Il progetto ha quindi come obiettivo la strutturazione di un percorso tecnico e culturale finalizzato alla diffusione sul territorio italiano delle pratiche sportive dedicate ai disabili strutturate in modo tale da permettere l’incontro anche con ragazzi e ragazze provenienti da provincie diverse da quelle di appartenenza.

I volontari saranno coinvolte nell'organizzazione delle attività ludiche ricreative.

 

4) "Giovani si nasce, anziani si diventa" (1 posto) - Dialettica intergenerazionale

 

Il progetto si prefigge di attivare delle azioni che hanno lo scopo di eliminare quel senso di invisibilità denunciato da tutti gli anziani e mettere in rapporto le generazioni per un scambio reciproco. Per questo i volontari saranno impegnati attivamente in una dialettica intergenerazionale con l'anziano attraverso alcune attività: organizzazione di iniziative ed attività culturali intergenerazionali, attività educative sui principali strumenti di comunicazione ed informatici, organizzazione di attività che promuovano l’adozione di uno stile di vita sano e un approccio alla vita attivo, attività motorie e informazione.

 

5) "Dammi il cinque" (1 posto) - Contrasto e prevenzione abbandono sportivo

Il progetto DAMMI IL CINQUE si prefigge di proporre un programma su scala nazionale di contrasto e prevenzione al fenomeno dell’abbandono sportivo precoceLa finalità del progetto “DAMMI IL CINQUE” è il miglioramento della condizione giovanile, intervenendo sui fattori sociali e relazionali tramite il canale piacevole e aggregante dell’attività sportiva. I volontari collaboreranno alla realizzazione delle seguenti azioni: organizzazione di attività ludico sportive appartenenti a diverse discipline; informazione e sensibilizzazione sul ruolo dell'attività fisica per il benessere soggettivo e sul suo valore sociale nei termini di formazione dei cittadini attivi rivolte sia alle famiglie dei destinatari, sia al pubblico più vasto; creazione di reti territoriali di associazioni che lavorano sui temi di sport giovanile, le scuole e servizi giovanili per la condivisione di esperienze e competenze.

6) "Una rete di diritti" (Legnago -1 posto) - Tutela dei diritii e lotta all'emarginazione sociale

Il progetto “Una rete di diritti” vuole essere una parziale risposta alle nuove povertà che emergono dalla crisi economica degli ultimi anni. I servizi ACLI incontrano quotidianamente italiani e immigrati, singoli e famiglie che portano all'attenzione i loro problemi di povertà e impoverimento e il conseguente rischio di emarginazione sociale. Attraverso il coinvolgimento dei volontari in questo progetto si vuole contrastare l’emarginazione sociale delle famiglie e dei singoli in difficoltà, nei territori target dell’intervento sviluppando sinergie con la rete dei soggetti istituzionali e privati, per promuovere percorsi di cittadinanza e partecipazione. I volontari collaboreranno alla realizzazione e alla gestione di uno sportello informativo,  alla realizzazione di incontri di gruppo, allo sviluppo della rete di attori impegnati nel settore e alla realizzazione di una guida informativa. 

7) New! "Fare rete, essere comunità" (2 posti) - Inter-azioni contro lo spreco

Un progetto che mira a ridurre la produzione di rifiuti, aumentando le pratiche di condivisione e riuso e favorendo la diffusione di una strategia integrata di prevenzione e gestione degli stessi.

Per scoprire nel dettaglio i progetti e avere tutte le informazioni sulle modalità di invio e compilazione della domanda, CLICCA QUI.