Nessuno Escluso

“Nessuno Escluso” è un progetto gestito e coordinato dalle Acli Provinciali di Verona nato con l’obiettivo di combattere l’evasione scolastica e favorire l’integrazione di giovani italiani e stranieri dai sei ai sedici anni in situazione di disagio socio-economico-familiare e/o a rischio di marginalità ed esclusione sociale. Il progetto, attivato inizialmente nel 2012 nel quartiere Borgo Nuovo di Verona (individuato come quartiere pilota a causa delle fragili condizioni socio-economiche di molte famiglie che lo abitano e del background culturale che lo contraddistingue), è ora attivo anche in altri due quartieri: Borgo Roma, individuato grazie alla collaborazione del settore Servizi Sociali e Famiglia del Comune di Verona, e San Massimo all’Adige a seguito della manifestazione di un bisogno di attività di questo tipo da parte di alcune associazioni che collaborano con le ACLI in altri progetti.

Con l’obiettivo di offrire un servizio di qualità ed attivare uno spazio per i ragazzi che non rappresenti un semplice doposcuola ma un luogo di crescita positiva dove poter sperimentare, conoscere se stessi ed attivare relazioni positive, accanto all’attività di aiuto compiti sono stati attivati negli anni altri servizi gratuiti: uno sportello psicologico aperto ai genitori e ai ragazzi, dei laboratori di arte terapia, perorsi alla genitorialità in collaborazione con le scuole del territorio, percorsi individuali di studio assistito per i ragazzi maggiormente a rischio bocciatura.

L’obiettivo del progetto è quindi quello di favorire un’adeguata inclusione sociale, prevenendo comportamenti a rischio (quali dispersione, evasione scolastica, devianza sociale ed isolamento) e l’accompagnamento dei ragazzi in un processo finalizzato a promuovere una crescita individuale consapevole e responsabile.